Estrattore di succo - la guida da leggere prima dell'acquisto

Estrattore di succo – la guida da leggere prima dell’acquisto

L’Estrattore di succo è una delle ultime migliori invenzioni nel campo degli elettrodomestici.

Se non lo conosci e vuoi approfondire come l’utilizzo di un estrattore di succo possa migliorare la tua vita e la tua salute allora continua a leggere e ti spiegherò tutto ciò che ti occorre sapere per decidere di acquistarlo ed anche quale estrattore di succo acquistare. Se invece già utilizzi una centrifuga e stai pensando di passare all’estrattore, ti spiegherò le principali differenze per poter decidere bene.

Le recensioni delle migliori marche ed i migliori modelli:

Hurom    Estraggo pro    Philips   KuvingsImetec   RGV

 ATTENZIONE: GUARDA NEL MENU’ QUI SOTTO L’ARGOMENTO DI TUO INTERESSE E CLICCA PER ANDARCI DIRETTAMENTE OPPURE SCORRI LA PAGINA FINO AD ARRIVARCI

Se vuoi conoscere tante ricette  da fare con i succhi vivi e soprattutto i malanni che puoi curare semplicemente bevendo dei succhi estratti clicca qui sotto

Come funziona un estrattore di succo

L’estrattore di succo “mastica” gli alimenti senza riscaldarli. Per questo motivo viene chiamato in diversi modi:

  • estrattore di succo a freddo: si contrappone alla centrifuga che invece li scalda per via dell’alta velocità
  • slow juicer: termine inglese che significa “lento” in quanto lavora a bassa velocità
  • masticating: termine inglese ce significa “masticatore” per identificare la modalità di estrazione

In italiano l’estrattore di succo viene chiamato in diversi modi:

  • estrattore di succo
  • estrattore di succo a freddo
  • estrattore a freddo
  • spremitore a freddo
  • centrifuga a freddo
  • centrifuga lenta
  • spremitore lento

cosi sai che se incontri uno dei termini sopra, si parla sempre dello stesso tipo di elettrodomestico e dopo che hai letto questa piccola guida sarai perfettamente informata/o.

Perchè dovrebbero interessarti questi termini? Perchè gli alimenti quando raggiungono una temperatura elevata perdono le loro proprietà nutritive e ti ritrovi a bere un succo di carota senza le proprietà della carota stessa e non va bene se il tuo intento è quello di assimilare gli elementi nutritivi delle carote. ( ho usato le carote come esempio ma vale per tutti gli alimenti)

Cosa significa estrarre a freddo?

Si tratta di un altro termine per identificare l’estrattore di succo. Si pone l’accento sulla caratteristica di freddo in quanto estrae il succo ad una velocità nettamente inferiore alle centrifughe che scaldano il succo e lo privano in parte delle sostanze nutritive di partenza. Per estrattore a freddo non s’intende un elettrodomestico che che fa uscire il succo come se fosse dentro un frigo ma semplicemente non lo riscalda. Se inserisci frutta e verdura direttamente prelevata dal frigo, il succo prodotto sarà anche freddo da e con tutte le sostanze nutritive di partenza.

Gli elementi che compongono un estrattore di succo

Hurom-HH-esploso

Estrattore Hurom HH componenti

  • motore
  • coclea
  • filtri
  • bocca di carico

Il motore dell’estrattore di succo a freddo

Il motore dell’estrattore di succo è il componente principale nella formazione del prezzo.

Vi sono 2 tipi di motori impiegati, motore a induzione chiamato AC e motore a spazzole chiamato DC.

Il motore a induzione ha una resa superiore a quello a spazzole e garantisce una vita più lunga della macchina.

Se hai intenzione di utilizzare l’estrattore frequentemente e per molto tempo allora ti conviene spendere un pò di più subito per non avere seccature. Se invece non hai grosse pretese allora anche il motore a spazzole può andare bene.

I motori a induzione hanno una potenza superiore a quelli a spazzole e consentono di estrarre il succo anche da alimenti più duri senza bloccarsi o surriscaldarsi.

La Coclea nell’estrattore di succo a freddo

coclea e filtro nell'estrattore di succoLa coclea è una grossa vite che girando schiaccia gli alimenti contro le pareti del filtro e ne consente l’estrazione della polpa. La forma della coclea è oggetto frequente di studi e di miglioramenti per aumentare la resa in termini di succo estratto. Vi sono alcune aziende specializzate nella costruzione di estrattori di succo che fanno da apripista per le nuove tipologie di coclee come ad esempio la terza generazione di Hurom che ha una coclea brevettata che spreme al massimo ogni tipo di frutta e verdura, lasciando la polpa completamente asciutta.

I Filtri dell’estrattore di succo

filtri estrattore di succoEsistono 3 tipi di filtri impiegabili:

  • a fori piccoli
  • a fori larghi
  • senza fori

Non tutti gli estrattori hanno in dotazione i 3 filtri ed è bene informarsi prima se sono presenti nella confezione di acquisto o se sono acquistabili in un secondo tempo.

Con il filtro senza fori, chiamato anche filtro cieco si possono fare sorbetti e gelati. Il filtro a fori piccoli ( maglia fine) è il filtro comunemente utilizzato. Il filtro a fori larghi viene utilizzato se si vuole un succo più fibroso o se si vuole estrarre succo da alimenti ricche di fibre.

La bocca di carico

Normalemte la bocca di carico dell’estrattore è di 4-5 centimetri ma quelli di ultima generazione arrivano fino a 7,5 cm. Più è grande la bocca di carico e meno occorre tagliare la frutta e la verdura da inserire. Se si fa un utilizzo massiccio dell’estrattore è bene sceglierlo con la bocca grande.

Estrattori orizzontali o verticali? Non ingombrare la cucina senza motivo!

Sebbene gli estrattori siano di moda in questo periodo, dovete sapere che sono stati inventati diversi decenni fa ed i primi modelli diffusi erano orizzontali ed ingombranti e non avevano il boccale raccogli succo. Per molto tempo sono stati considerati i migliori macchinari per spremere le verdure a foglia. Ma nell’uso e nel lavaggio sono fortemente limitanti.

Gli estrattori di succo verticali di ultima generazione hanno superato questi limiti consentendo di estrarre il succo anche dalle verdura a foglia e con rese uguali o superiori ai colleghi orizzontali.

Col tempo i produttori hanno sviluppato modelli verticali, decisamente più pratici, con il boccale raccogli succo da mezzo litro, ed altri accorgimenti che hanno velocizzato e migliorato le operazioni, sia di pulizia che di preparazione.

 

hurom orizzontaleEstrattori orizzontali

PRO: Gli estrattori orizzontali sono i primi ad essere arrivati sul mercato. Quanto a pulizia, non c’è una grossa distanza rispetto a quelli verticali, ma chiaramente dipende dai modelli. Diciamo che (volendo semplificare) a fare la differenza è quello che ci puoi infilare dentro: di solito, infatti, gli estrattori orizzontali riescono a trattare meglio verdure a foglia come ad esempio i broccoli, la lattuga, gli spinaci o i carciofi. Sono piuttosto versatili insomma, un esempio è la serie GD Hurom: gli si può chiedere di fare un po’ tutto.

CONTRO: In genere occupano più spazio in cucina e sono un po’ più lenti degli estrattori verticali. Soprattutto, il prezzo può salire ma c’è una ragione precisa che a essere sinceri è ingiusto mettere tra i lati negativi: molte macchine professionali rientrano nel gruppo degli estrattori orizzontali, infatti.

 

HUROM SERIE H-AA TERZA GENERAZIONEEstrattori verticali

PRO: Sono arrivati sul mercato da pochi anni. Gli Hurom sono stati tra i primi ad essere venduti. Hanno raggiunto ormai una qualità piuttosto alta che se la batte con quelli orizzontali. Ancor di più adesso che è uscita la serie H-AA con tecnologia di terza generazione. Rispetto all’estrattore orizzontale, quello verticale ci mette un po’ meno a estrarre i succhi vivi: diciamo 5 minuti contro 8, anche se la durata può variare da modello a modello. Anche il design è più accattivante – ma qui si entra nella sfera dei gusti personali – la serie H-AA ad esempio,  è di un’eleganza da paura!

CONTRO: non ve ne sono.

Morale della favola: impossibile dire quale è il migliore. Estrattori orizzontali e verticali sono strumenti che sanno fare il loro lavoro.

Come si pulisce l’estrattore di succo

si fa in un attimo se c’è il juice cap

estrattore professionaleIl juice cap, altrimenti detto tappo salva goccia, serve per chiudere l’ugello di uscita del succo ed è una bellissima invenzione che ci torna utile soprattutto al momento del lavaggio. Al momento di lavare infatti basta azionare l’estrattore con un po’ d’acqua all’interno chiudendo il juice cap e la maggior parte dei residui di verdura andrà via. A quel punto basta sciacquare sotto il rubinetto senza perdere tempo a spazzolare. JUICE CAP I LOVE YOU!

Estrattore o centrifuga?

differenza tra estrattore e centrifuga

La differenza tra estrattore e centrifuga deve essere ben compresa prima di acquistare uno dei due.

Con la centrifuga il consumo elettrico è maggiore. Inoltre il prodotto finale è meno ricco delle tante proprietà benefiche contenute nella frutta e nella verdura, che vengono sottoposte a ossidazione. Colpa proprio della velocità di spremitura e del calore che interviene nel processo. Inoltre ne viene fuori un succo in genere più liquido. Un’altra grande differenza tra estrattore e centrifuga è il rumore: la centrifuga ne fa molto di più.

L’estrattore fa meno rumore perché lavora a velocità più basse: ci sono macchine che operano sui 40 giri al minuto. Questo ha un duplice effetto: un consumo inferiore di energia elettrica e un succo dalle qualità più elevate. Ma chiaramente questo richiede più tempo. Quando si parla della differenza tra estrattore e centrifuga bisogna poi dire che il primo estrae in media più succo. Lo scarto è inferiore, in sostanza. Tutti questi vantaggi si traducono però in un prezzo più alto rispetto a una centrifuga.

Riassumendo le differenze principali tra l’estrattore di succo a freddo e la centrifuga sono:

  • velocità di lavorazione
  • rumorosità
  • consistenza del succo
  • il costo

La centrifuga lavora ad oltre i 6000 giri al minuto e consente di ottenere un succo in pochi secondi ma questo succo proprio per via di come è stato prodotto ha meno proprietà rispetto al succo prodotto lentamente con uno estrattore e deve essere consumato subito.

Il succo prodotto con l’estrattore viene chiamato anche succo vivo perché conserva intatte tutte le proprietà che aveva il prodotto di partenza ( il frutto o la verdura solidi).

Come si vede nell’immagine il succo prodotto con l’estrattore è omogeneo invece quello prodotto con la centrifuga ha una parte schiumosa dovuta alla velocità con cui è stato prodotto.

La centrifuga costa molto meno rispetto ad un estrattore, tra le 50 e 100 euro indicativamente mente un estrattore parte dalle 100 euro e può arrivare fino a 600. Al crescere del costo aumentano le prestazioni, la silenziosità e la duttilità. Con l’estrattore è possibile fare anche gelati, sorbetti, vellutate e pesti.

Centrifuga o estrattore, quali sono i pro e i contro

E’ stata dura convertirmi all’estrattore dopo anni di centrifuga eppure adesso la domanda è: perchè non averlo fatto prima?

Estrattore

  • Oltre ai succhi si possono fare sorbetti, gelati, vellutate, omogeneizzati, latte vegetale
  • Mantiene intatte le proprietà nutritive di frutta e verdura
  • Il succo può essere conservato

Centrifuga

  • L’elevato numero di giri surriscalda la polpa disperdendo parte delle proprietà nutritive
  • Si utilizza solo per fare centrifugati
  • Il succo va bevuto subito perchè dopo un po’ la polpa si separa dalla parte liquida

A questo punto ci si potrà chiedere a cosa siano dovute tutte queste differenze e quindi… andiamo subito al dunque: è tutta una questione di tecnologia…

Estrattore

  • L’estrattore spreme meccanicamente la frutta con una vite (la coclea) che gira lentamente masticando la polpa a 40-60 giri
  • La coclea girando e triturando spinge la parte solida nel condotto degli scarti e la parte liquida nel boccale
  • L’estrattore può essere dotato di filtri di diversa misura per ottenere un liquido più o meno denso

Centrifuga

  • La centrifuga grattugia la frutta con un disco metallico che ruota ad altissima velocità (6.000-18.000 giri)
  • La forza centrifuga separa la parte liquida grazie a un filtro che trattiene la parte solida
  • Ha solo un filtro a maglie strette

Ma da un punto di vista pratico cosa cambia?

Estrattore

  • L’estrattore consente di trattare vegetali di qualsiasi consistenza, dalla banana alle mandorle
  • Il filtro dell’estrattore rimane mediamente più pulito e si pulisce più velocemente
  • L’estrattore è molto meno rumoroso

Centrifuga

  • La centrifuga rende con vegetali sodi e succosi
  • Lavare il filtro della centrifuga richiede più tempo
  • La centrifuga fa più rumore

Se devo scegliere tra centrifuga o estrattore la risposta è scontata….scelgo l’estrattore e mi pento di non averlo fatto prima!

Se sei un’amante delle super novità che prima o poi arriveranno anche in Italia, dai un’ occhiata all’estrattore di succo Juicero.

Estrattore di succo migliore, i 3 numeri uno

Esiste un estrattore di succo migliore, capace di prevalere sugli innumerevoli modelli di ogni marca? La risposta è si. Ne abbiamo provati tanti e con il progredire delle prove la nostra opinione si è evoluta fino a completa maturazione. I modelli che descriviamo ora sono tutti e 3 Top di gamma, un po’ come confrontare una Ferrari con una Lamborghini con una Porche, sono 3 macchine stupende e velocissime e con caratteristiche differenti.

Al primo posto si classifica EstraggoPro di Siqursalute e si distingue anche per l’assistenza post vendita. L’azienda ha sede in provincia di Padova ed in 24/48 ore ti spedisce a casa sia l’estrattore e sia eventuali ricambi di cui puoi aver bisogno. Inoltre l’estrattore EstraggoPro è fatto su progetto di Siqursalute quindi tutto italiano.

Motore ad induzione 240w garantito 10 anni, potente e silenzioso è capace di “masticare” anche la frutta più dura ed anche ghiacciata per fare i gelati. Ha in dotazione 3 filtri per fare qualunque tipo di succo , salsa, latte vegetale (anche di cocco), e gelato. Ha coclea borchiata per spremere anche i vegetali più duri e grazie al tubo di alimentazione di 7 cm non necessita di inserire la frutta a pezzi.

E’ un estrattore che è adatto sia ad un uso domestico che professionale, per questo secondo noi è il migliore estrattore attualmente in commercio.

Estraggo Pro Estrattore di succo vivo (argento)
  • Estrae succo vivo da ogni tipo di frutta e verdura, produce "latti vegetali" da ogni tipo di cereale, germogli, semi, erbe officinali e altro ancora

Al secondo posto c’è il modello Whole Slow Huicer di Kuvings

L’azienda che lo produce è coreana, distribuisce in tutto il mondo ed è stata tra i pionieri degli estrattori, iniziando la sua attività già nel 1978. Si trova su Amazon ed il costo è simile al precedente, poco meno di 500 euro.

Anche questo ha il tubo di alimentazione largo 7 cm per consentire l’inserimento di frutta intera. E’ Disponibile in 3 diversi colori : bordeaux, bianco e grigio. Ha un motore da 240 watt e viene venduto con un filtro in dotazione ma con la possiblità di acquistarne due diversi tipi aggiuntivi.

Offerta
Kuvings B6000PR - Estrattore di succo
  • Estrattore di succo silenzioso, veloce e sano

A pari merito con gli altri due c’è l’ Hurom H-AA, la macchina di terza generazione prodotta da un’azienda che ha fatto la storia degli estrattori. Disponibile in nero ha il motore 150 w da 43 giri al minuto, garantito per 10 anni. Esteticamente è fantastico

Un estrattore succo economico, può costare anche meno di 100€. Cosa c’è di più bello che godersi un rinfrescante succo la mattina appena svegli o dopo una pesante giornata di lavoro? Non bisogna per forza essere dei Paperon de’ Paperoni per permettersi questo “lusso” …e noi vi diamo alcuni esempi in ordine decrescente di prezzo per soddisfare tutte tasche.

Estrattore di succo economico ma affidabile: la classifica

Ecco la classifica degli  estrattori più economici che, senza rinunciare all’affidabilità, fanno egregiamente il loro lavoro…

  • Design compatto e semplice da lavare è uno dei modelli più venduti
  • A seguire c’è l’ H.Koenig GSX12 Juicer in acciaio inox e con una potenza di 400W assolutamente da non sottovalutare se volete estrarre vegetali più duri.
Offerta
H.Koenig GSX18 Estrattore di Succo
  • 400 W di potenza, 1L di capacità contenitore
  • Allo stesso prezzo abbiamo il Macom 859 Just Kitchen Perfect. Disponibile in colore nero o grigio.

  • L’ Ariete 00C017600AR0 Centrika Slow Juicer si usa in modo molto semplice ed è paragonabile ad altri estrattori di prezzo maggiore, non deluderà le vostre aspettative!

Ora il prezzo si fa interessante….. Scendiamo al di sotto dei 100€

  • Il one Concept SlowJuicer è dotato di una pratica pressa che vi permetterà di spremere gli alimenti fino all’ultima goccia senza il minimo spreco!
oneConcept Jimmie Andrews SlowJuicer estrattore di succo (400W, estrazione a freddo, velocit à...
  • Dispositivo ad estrazione lenta e a freddo dei succhi che preserva le vitamine e i sali minerali di frutta e verdura. Grazie a questo estrattore, la frutta e la verdura non si riscaldano e mantengono intatte le loro proprietä. Inoltre a resa del succo è sostanzialmente maggiore rispetto alle centrifughe tradizionali.
  • Il Girmi-CE85-estrattore-freddo, sempre al di sotto di 100€ è prodotto dalla Bialetti. Poco rumoroso, è fornito del comodissimo juice cap che permette la miscelazione degli ingredienti già in fase di spremitura.

Offerta

  • Sempre più giù,  c’è il Melchioni Family Vega, estrattore a freddo che con i suoi 55 giri al minuto estrae fino al 30% in più di succo.

Offerta
Melchioni Family Vega Estrattore a Freddo di Frutta e Verdura
  • Bassa velocità di rotazione per mantenere inalterati i principi nutrizionali degli alimenti

Stiamo arrivando al traguardo…

  • Il Bimar ES55-EU Slow Juicer potente e silenzioso non ha nulla da invidiare ad apparecchi più costosi: la conferma che non è necessario spendere un capitale per poter godere di gustosi succhi di frutta fresca.

Offerta
Bimar ES55-EU Slow Juicer Estrattore di Succo
  • Estrattore di succo per lenta spremitura (55giri/minuto) circa il 30% in più di succo estratto

  • Stesso prezzo ma diverso brand: potrete avere nella vostra cucina il Klarstein Sweetheart Slow Juicer, piccolo ed elegante, che saprà offrirvi ottimi succhi con il massimo della spremitura.
Klarstein Sweetheart Slow Juicer estrattore (150W 32giri/min, estrazione a freddo, 2x...
  • Dispositivo ad estrazione lenta e a freddo dei succhi per preservare le vitamine e i sali minerali di frutta e verdura. Grazie a questo estrattore, la frutta e la verdura non si riscaldano e mantengono intatte le loro proprietà. Inoltre la resa del succo è sostanzialmente maggiore rispetto alle centrifughe tradizionali.

And the winner is…………………

  • Il vincitore assoluto come estrattore succo economico è lui: l’RGV Juice Art, è l’estrattore a freddo a 60 giri al minuto che mantiene integri i principi nutritivi di frutta e verdura. Questo estrattore di succo economico è in assoluto IL PIU’ VENDUTO, motivo per cui abbiamo dedicato una recensione che descrive tutto di questa macchina che merita davvero per rapporto qualità prezzo.
Offerta

Allora, ne avete abbastanza? Non sempre il risparmio non è mai guadagno! È arrivato il momento di scegliere quale estrattore succo economico vi aggrada di più!

Estrattore di succo professionale

Se hai un Bar o un ristorante o hai intenzione di aprirne uno allora continua a leggere perché ti spiego perché nella tua attività è assolutamente indispensabile avere un Estrattore di Succo Professionale.

Ti racconto una storia già vista, a cui però si può rimediare

Finalmente dopo tanti sacrifici il sogno di aprire un bar in centro città si è avverato. Sei carico di energia e ricco di buoni propositi mentre chiedi alla prima cliente cosa desidera. Un caffè, penserai, o chissà quale cocktail impegnativo; e invece no, ti chiede un estratto di succo. Sicuramente vorrà dire una spremuta! No, vuole proprio un estratto e tu a malincuore ammetti di non possedere alcun estrattore di succo vedendo la cliente andare via insoddisfatta. Ma come, apri un nuovo locale, compri ogni tipo di attrezzo per preparare qualsiasi cosa e non acquisti un estrattore di succo professionale?

Cos’è un estrattore di succo professionale

macchine professionali

consumare succhi è sempre più trendy

Non sai a cosa serve? Te lo spiego subito: un estrattore di succo professionale è un apparecchio in grado di estrarre principi nutritivi da frutta e verdura non solo dalla polpa ma dalla maggior parte dei componenti di cui esso è composto. Più componenti equivale a più principi nutritivi (circa il 48% in più rispetto all’ingerimento della sola polpa) e minor tempo di digestione! Ecco perché ti sentirai spesso chiedere estratti di frutta e verdura e riusciresti ad accontentare un numero più vasto di clienti, che siano essi fanatici del bio, vegani o semplicemente attenti alle nuove tendenze.

 

 

Consumare Estratti di frutta e verdura consente di beneficiare degli effetti di queste bontà in tutta la giornata. Guarda anche solo il lato più comodo: è ben più facile bersi un succo di carote,finocchio e lattuga in un qualunque momento della giornata piuttosto che mangiarsi una carota, un finocchio ed un paio di foglie di lattuga……non ti pare?

Io stesso per via della mia attività lavorativa, molto spesso passo da un bar che fino a qualche mese fa aveva solo lo spremiagrumi ora invece ha anche un estrattore di succo professionale e per quanto la spremuta sia ovviamente buona, mi piace ogni giorno provare un succo diverso e non sono vegano anzi adoro la carne ed adoro i buoni gusti.

Ti svelo un segreto forse classico degli uomini, io non mi curo molto se un succo è dimagrante piuttosto che drenante piuttosto che energizzante, sono ancora in quella fase di sperimentazione dei gusti e quindi mi dedico al palato,ma le ragazze del gruppo molto più attente a tutte le sfumature hanno redatto una serie di articoli che spiegano tutti i benefici dei succhi e come combinarli per ottenere il risultato desiderato che come puoi immaginare non è un trucco di magia ma un cammino che poco per volta di porta dove vuoi.

Quanto ti fa guadagnare un estrattore professionale

Vediamo ora come un estrattore impatta nella tua attività:

  • puoi offrire un prodotto che ancora in pochi hanno
  • puoi offrire un ampia varietà combinazioni tale da soddisfare ogni esigenza e gusto
  • mediamente un succo estratto a seconda della dimensione può essere pagato da 1 a 3 euro più di una spremuta

Ti starai chiedendo come gestire le scorte e come gestire gli avanzi:

  • la frutta troppo matura puoi congelarla e servirla come gelato fresco
  • con gli scarti si possono fare delle ottime torte
  • puoi utilizzare la frutta e la verdura già presente nella tua cucina

Inizia con poche ricette facili ed economiche e prepara dei piccoli bicchieri di assaggio in modo da avvicinare il tuo cliente a questo mondo se già non lo conosce. Inoltre l’ Estrattore è esteticamente molto bello da vedere ed occupa poco spazio e lo puoi tranquillamente mettere in bella mostra.

Meglio un Estrattore di succo professionale o una centrifuga professionale?

Per caso abbiamo fatto due chiacchiere con un ragazzo all’interno del suo chiosco in cui utilizza una centrifuga e lui sostiene che una centrifuga sia più veloce e quindi meglio sfruttabile in un contesto di forte affluenza. Nello stesso giorno abbiamo provato anche un estrattore professionale e la differenza in termini di secondi è veramente minima tale da non pregiudicarne l’utilizzo in ambito professionale.

Le differenze di base tra centrifughe ed estrattori sono la velocità di esecuzione e la modalità della stessa tale per cui con gli estrattori si ottengono più principi nutritivi.

Se consideriamo il rumore, le centrifughe fanno lo stesso rumore dei frullatori ( o degli aspirapolvere per intenderci) che è molto fastidioso. Gli estrattori sono invece molto silenziosi quindi adatti in un contesto lavorativo oppure in un contesto più silenzioso come la prima colazione in un bed and breakfast. ( ti immagini svegliarti di domenica mattina, osservare il mare o le montagne e sentire un frullatore che ti batte in testa?….ecco la sensazione è la stessa)

Inoltre come già detto sopra con l’estrattore puoi fare anche i gelati, cosa da non sottovalutare in quanto consente di essere indipendenti dalle grandi marche di gelati, offrire un prodotto sano e genuino e non buttare via niente.

Per tutti questi aspetti l’estrattore di succo è sicuramente da preferire rispetto alla centrifuga e con tutto il rispetto del caso in quanto l’estrattore è un evoluzione della centrifuga che ha aperto i battenti nel mondo dei succhi. 

Estrattore professionale: i migliori sulla piazza

Attualmente vi sono tre Estrattori di succo professionali in commercio con prezzi notevolmente differenti. Andiamo a vedere le caratteristiche di ognuno per poter fare una scelta consapevole. Trattandosi di macchine professionali diventa di fondamentale importanza l’assistenza che l’azienda offre e le tempistiche di riparazione.

Gli estrattori che andremo a vedere sono:

  • Estraggo Pro di Siqur Salute 
  • Whole Slow Juicer Chef di Kuvings

  • HW di Hurom

Il miglior rapporto qualità prezzo: Estraggo Pro

Ottimo per cominciare ed economicamente più facile da acquistare, grazie al prezzo contenuto rispetto ai suoi competitor.

Questo estrattore qualitativamente ineccepibile, robusto, silenzioso e pratico, è dotato di un potente motore da 240W e presenta una velocità di spremitura di 60 giri al minuto: questo permette all’estrattore di estrarre più del doppio del succo e di conservare il quadruplo dei nutrienti rispetto a una centrifuga tradizionale.

Ad un amico che ha un bar o un ristorante o un Bed And Breakfast sicuramente consiglierei questo estrattore in quanto il costo è ragionevole e le caratteristiche tecniche sono all’avanguardia.

Inoltre, tutte le parti plastiche di Estraggo PRO sono esenti da qualsiasi sostanza tossica, provvedendo all’estrazione di succhi salutari e completamente naturali.

La casa madre di Estraggo Pro è italiana al 100 % con sede nel veneto ed in caso di problemi è in grado di mandarti i ricambi da sostituire in 24/48 ore tramite corrriere.

Estraggo Pro Estrattore di succo vivo (argento)
  • Estrae succo vivo da ogni tipo di frutta e verdura, produce "latti vegetali" da ogni tipo di cereale, germogli, semi, erbe officinali e altro ancora

 

La via di mezzo: Whole Slow Juicer Chef

 

Il Whole Slow Juicer Chef di Kuvings ha l’imboccatura più larga e consente di inserire pezzi più grossi o addirittura interi al suo interno.

Ho trovato su youtube un video molto carino che illustra bene come funziona questo estrattore.

 

Il costruttore garantisce 8 ore di funzionamento continuo che è tantissimo ( non vorrei essere in colui che per 8 ore ha inserito pezzi di frutta al suo interno per fare il test….) e può soddisfare le feste più estreme

Il marchio Kuvings è distribuito in Italia da KÜNZI S.p.A., ed è uno dei maggiori produttori di estrattori di succo con tecnologia di spremitura a freddo.

Kuvings KVGPRO08 Whole Slow Juicer Chef estrattore di succo professionale
  • Lo Whole Slow Juicer Chef ha una doppia imboccatura extra-large di 88 mm per l'inserimento degli ingredienti

Il più costoso: la serie HW di Hurom

Notevolmente distante nel prezzo è l’Hurom HW. Questo estrattore di succo professionale presenta un costo medio di 1.700€ ma è dotato di specifiche così potenti da essere annoverato come l’estrattore professionale più potente in commercio.

Con una velocità di estrazione di 43 giri al minuto, mantiene intatti tutti i nutrienti, rendendo intatte le proprietà organolettiche e salutari della nostra frutta e verdura. Ma, sicuramente, la caratteristica più di tutte lo rende un vero estrattore di succo professionale” dell’Hurom HW è la sua capacità superiore alle 12 ore di lavoro continuativo: grazie a questa, il tuo bar o ristorante, resterà mai a corto di un’alternativa originale, vivace e salutare da offrire ai tuoi clienti!

Estrattore di succo Hurom Serie HW Professional HW-SBE15 ITALIA
  • Questo prodotto può lavorare in modo continuo fino a 12 ore.
 Attenzione: da nessuna parte viene descritta la dimensione della bocca di carico il che fa pensare che non sia il punto di forza di questo estrattore, quindi se lo compri sai che potrebbe esserci un problema di dimensioni e dovresti essere costretto a tagliuzzare frutta e verdura prima di inserirla all’interno ma comunque puoi beneficiare della Capiente Brocca

Come già scritto sopra le differenze di prezzo sono notevoli ed a nostro avviso conviene spendere 470 Euro per estraggòPro ed iniziare a lavorare e poi in un secondo tempo passare al Kuvings se il tuo fruttivendolo ti vende solo mele da 88 mm di diametro…:-)

Se hai già un estrattore nel tuo locale e vuoi lasciarci un commento sei benvenuto

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Cosa fare con gli scarti dell’estrattore di succo e della centrifuga

E’ arrivato il momento di cominciare a gestire la frazione organica dei rifiuti in modo più pratico e più sostenibile per l’ambiente utilizzando una compostiera domestica.

A te che ami centrifugare o estrarre succhi vivi potrebbe interessare il compostaggio; Hai mai pensato a quanto rapidamente si riempie il sacco dei rifiuti con gli scarti della frutta e della verdura? Per non parlare poi delle pozze di liquido lasciate in ascensore con sommo disgusto dei nostri vicini?

La compostiera è il migliore accessorio per il tuo estrattore

Il compostaggio è il processo biologico di recupero della sostanza organica utile a produrre un fertilizzante naturale per la cura di tutte le piante. Questo è un processo naturale in cui i microrganismi, quali funghi e batteri, avviano la degradazione del materiale organico trasformandolo in humus. Dotarsi di questo accessorio è una soluzione facile da adottare per ridurre i rifiuti prodotti nelle nostre case e allo stesso tempo dare il proprio contributo alla salvaguardia dell’ambiente. Si possono introdurre resti di frutta e di verdura, fondi di caffè, scarti di cibo cotto, gusci d’uovo, bustine di tè, segatura, ramoscelli, cartone, tovaglioli usati, fiammiferi e gelati.

Ridurre la produzione di rifiuti per il futuro dei nostri figli

Il compostaggio, sia domestico che industriale, è il miglior modo per ridurre la tossicità delle discariche. La frazione organica infatti contiene un’alta percentuale d’acqua, ed è il principale responsabile della produzione di percolato nelle discariche, un liquido altamente tossico che se non gestito correttamente può inquinare irreversibilmente le falde acquifere. Attraverso il compostaggio invece la materia organica si degrada ad opera di funghi e batteri senza produrre percolato e col vantaggio di trasformarsi in un fertilizzante naturale. I rifiuti alimentari prodotti nella propria abitazione, grazie ad una compostiera da balcone ad esempio, potranno essere riciclati in maniera pratica ed igienica.

La versione da giardino sta guadagnando popolarità proprio in quanto vi è una maggiore tendenza alla preoccupazione per la sostenibilità ed è un vero must per gli appassionati di giardinaggio fai da te. Può essere acquistata o realizzata artigianalmente.

Attivatore Compostaggio "Compost" (Confezione Risparmio da 3,8 Kg)
  • "COMPOST" attiva e promuove e regola attività dei microrganismi che, svolgono il processo di trasformazione dei rifiuti domestici biodegradabili in compost!
Offerta
Art Plast BC380 Bio Composter in plastica, Verde
  • Prodotto in polipropilene, materiale antiurto, resistente al freddo, alle intemperie, agli oli e ai solventi
Offerta
COMPOSTER 310 litri - AERATORE MANUALE e CONTENITORE MINIMAX 7L IN OMAGGIO!!!!
  • Un composter da 310 lt. che riesce a garantire una concreta riduzione dei costi di smaltimento;

Le recensioni delle marche dei modelli presenti sul mercato:

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva