Centrifuga o estrattore - Tutte le differenze da sapere

Centrifuga o estrattore

Centrifuga o estrattore? Questo è il dilemma! Gli estrattori di succo a freddo sono gli elettrodomestici di tendenza del momento. In tutte le case dove vai lo trovi messo lì accanto al microonde e ad un cesto di frutta pronto a fare succhi. Sì perchè chi lo usa dice che gli ha rivoluzionato la vita alimentare, che è riuscito a dimagrire, che previene influenze e disturbi vari. Sono tutti molto soddisfatti di questo acquisto e allora abbiamo voluto “intervistare” Valerio, un nostro caro amico che è passato dalla centrifuga all’estrattore con la stessa velocità con cui cambia fidanzata. Si perchè lui oltre ad ssere un incallito bevitore di succhi… è un incallito single!

Estrattori di succo: non sono solo moda

Ecco cosa ci dice Valerio….

Io e mio fratello siamo diversi in tutto. Condividiamo solo due cose: i genitori e la passione per i succhi vivi. Ma anche lì seguiamo due strade diverse: lui è per la centrifuga, io sono passato agli estrattori di succo. Ieri pomeriggio ero a casa sua e per l’ennesima volta ho provato a convincerlo che gli estrattori di succo sono meglio. Abbiamo fatto questo discorso tante di quelle volte che ormai assomiglia a un botta e risposta con tempi da teatro.

Le differenze tra centrifuga ed estrattore

Atto primo: i nutrienti 

Comincio ricordandogli che le centrifughe ricavano il succo con delle lame rotanti ad altissima velocità e uccidono gran parte delle proprietà nutritive che sono contenute nella frutta e nella verdura. Gli spiego che è colpa del calore, della violenza della spremitura, dell’aria che entra durante il processo. Gli estrattori di succo non lo fanno: stritolano a bassa velocità la polpa con una coclea, in modo che in questo processo a freddo antiossidanti, enzimi e vitamine varie non vadano dispersi.

Atto secondo: versatilità 

Le centrifughe sprecano una quantità di prodotto più elevata. Restano residui di frutta e verdura. Capita che vadano aperte e pulite anche durante il processo stesso di spremitura. Gli estrattori a freddo invece fanno tutto quello che devono fare, lo fanno meglio e lo fanno dall’inizio alla fine. Inoltre gli scarti possono essere riutilizzati per la preparazione di dolci e biscotti. Con una centrifuga puoi preparare succhi da bere. Punto. Con un estrattore puoi preparare gelati, sorbetti, sughi, salse, omogeneizzati, latte vegetale, anche il latte di mandorla!

Atto terzo: buoni rapporti coi vicini! 

Ed ecco la carta che mi tengo in fondo perché inappellabile. Le centrifughe fanno rumore, magari non più come quelle di un tempo, ma restano comunque più rumorose degli estrattori di succo. Non è colpa loro: sono state progettate così. Le centrifughe spremono la frutta e la verdura usando la velocità delle lame, pretendere che siano silenziose è troppo. A seconda dei modelli, invece, gli estrattori masticano o spremono con un numero di giri inferiore, ricavandone un prodotto finale dalle qualità nutritive superiori – e così torniamo all’inizio della nostra piccola rappresentazione teatrale.

Centrifuga o estrattore? Le differenze

Estrattore

  • Oltre ai succhi si possono fare sorbetti, gelati, vellutate, omogeneizzati, latte vegetale
  • Mantiene intatte le proprietà nutritive di frutta e verdura
  • Il succo può essere conservato

Centrifuga

  • L’elevato numero di giri surriscalda la polpa disperdendo parte delle proprietà nutritive
  • Si utilizza solo per fare centrifugati
  • Il succo va bevuto subito perchè dopo un po’ la polpa si separa dalla parte liquida

A questo punto ci si potrà chiedere a cosa siano dovute tutte queste differenze e quindi… andiamo subito al dunque: è tutta una questione di tecnologia…

Estrattore

  • L’estrattore spreme meccanicamente la frutta con una vite (la coclea) che gira lentamente masticando la polpa a 40-60 giri
  • La coclea girando e triturando spinge la parte solida nel condotto degli scarti e la parte liquida nel boccale
  • L’estrattore può essere dotato di filtri di diversa misura per ottenere un liquido più o meno denso

Centrifuga

  • La centrifuga grattugia la frutta con un disco metallico che ruota ad altissima velocità (6.000-18.000 giri)
  • La forza centrifuga separa la parte liquida grazie a un filtro che trattiene la parte solida
  • Ha solo un filtro a maglie strette

Ma da un punto di vista pratico cosa cambia?

Estrattore

  • L’estrattore consente di trattare vegetali di qualsiasi consistenza, dalla banana alle mandorle
  • Il filtro dell’estrattore rimane mediamente più pulito e si pulisce più velocemente
  • L’estrattore è molto meno rumoroso

Centrifuga

  • La centrifuga rende con vegetali sodi e succosi
  • Lavare il filtro della centrifuga richiede più tempo
  • La centrifuga fa più rumore

Se posso scegliere, scelgo l’estrattore e mi pento di non averlo fatto prima!

La conclusione è che gli estrattori di succo a freddo non sono una moda… ma una gran bella innovazione per migliorare il proprio regime alimentare, soprattutto dei bambini che mangiano e bevono troppe “schifezze” ed hanno bisogno di vitamine e sostanze per crescere sani e forti. Spero con questo articolo che siano chiara la risposta al dilemma “centrifuga o estrattore” e se hai ancora dubbi puoi commentare l’articolo e ti risponderemo il prima possibile



Recensioni di estrattori che potrebbero interessarti: